UN GIORNO INSIEME (1973)

Titolo: Un giorno insieme

Anno: 1973 

Casa discografica: EMI 

Tipo: Inedito

Valutazione personale (da 1 a 5):

 

I Nomadi:

Augusto Daolio - Voce
Beppe Carletti
- Tastiere
Franco Midili
- Chitarre
Umberto Maggi
- Basso
Gian Paolo Lancellotti
- Batteria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le canzoni:

- Un giorno insieme (Albertelli - Daiano - Soffici)
- Il gigante (Albertelli - Wood)
- Tornerò (Sacchi - Raverberi - Leva)
- Abbi cura di te (Albertelli - Carletti)
- Stagioni (Albertelli - Taupin - John)
- Un po' di me (Albertelli - Carletti)
- Domani (Mogol - Lavezzi)
- Icaro (Albertelli - Waddel - Hammond)

 

Recensione (in attesa della completa)Dopo cinque anni i Nomadi escono con un nuovo album di inediti. 
Questo, a mio parere, è l'album meno "nomade" dell'intera discografia del gruppo, e ci sarebbe ben poco da dire. Tutte canzoni diciamo "commerciali", che eccetto
"Un giorno insieme", "Stagioni" e, forse, "Abbi cura di te", non lasceranno il segno.
La canzone che spicca al di sopra di tutte è appunto la title track, eseguita dai Nomadi spesso e volentieri anche oggi, e che è una delle canzoni più conosciute del gruppo. Anche "Stagioni" viene eseguita tutt'oggi, ed è la cover di "Seasons".
Altra canzone da citare, come detto sopra, è appunto "Abbi cura di te", riproposta dai Nomadi dal vivo e addirittura reincisa nella brutta raccolta "SOS Con rabbia e con amore" nel 1999; ma sembra essere stato un fuoco di paglia, visto che i Nomadi, dopo un po' di tempo, l'hanno rimessa, giustamente, a riposo. 
Grande prova di Augusto in
"Icaro", canzone difficilissima da cantare, e che nel complesso è molto buona, anche se non tra le più famose del disco.
Le altre canzoni non contribuiscono per niente a rafforzare il repertorio del gruppo, ma i Nomadi, dopo quest'album, invertiranno totalmente la rotta, e comincerà l'evoluzione che porterà i Nomadi a diventare quello che sono oggi.
Da segnalare che con questo album si chiude, finalmente, il periodo delle covers per il gruppo emiliano.

 

 

Vuoi dire la tua su questo album? Scrivimi

Tutti i commenti, anche brevi o recensione complete, verranno inseriti nell'apposita sezione RecensiNomadi